fbpx

ETNA DIMORA

Abbiamo attraversato momenti di sconforto, di rabbia repressa, di domande, di incertezze, di timori.
Una morte che ci ha bloccati, soffocati e sotterrati.
Un attimo longilineo che ci ha fatto perdere il controllo, il timone continuava a girare a vuoto, la rotta era persa. Mentre cercavamo di ritrovare la strada, abbiamo iniziato a correre spinti da quella che è la frenesia, la continua corsa per arrivare prima.

Siamo la società che non ci permette di prendere del tempo, un attimo di respiro.
Ci hanno insegnato che il cattivo può essere dietro l’angolo, ma non ci hanno detto che può nascondersi dentro di noi.
Ci hanno insegnato com’è fatta Madre Natura, ma non ci hanno detto come fare a rispettarla e curarla.

Ci hanno insegnato che gli ultimi saranno i primi, ma non nessuno ci ha mai parlato di che fine faranno in realtà i primi. Ci hanno insegnato che bisogna investire su noi stessi, ma nessuno ci ha insegnato come splendere.
Abbiamo testato, provato, ci siamo risollevati e siamo nuovamente caduti. Ma è questo il gioco in cui siamo nati, prove, continue.
Livelli discordanti, diversi, incomprensibili. 

FISSA UN APPUNTAMENTO

it_IT